domenica 20 gennaio 2013

L'AGRICOLTURA NEL PROGRAMMA DEL P D


Elezioni politiche italiane
24 Febbraio 2013
Da oggi in poi mi propongo di esaminare le intenzioni future dei partiti più influenti per quanto riguarda l'agricoltura. Finora non se n'è mai parlato da nessuna parte ed anche per iscritto i responsabili non si sono (ancora?) impegnati. A noi interessa sopratutto il piccolo comparto dell'ortofrutta ma ci sono ben poche speranze di ottenere informazioni o promesse al riguardo. Al massimo potremo seguire gente come Mario Catania o Paolo de Castro, persone insomma che hanno competenze specifiche e qualche probabilità di essere inserite nella futura compagine governativa

Titolo non necessario

 Visto che è stato il primo partito a pubblicare un programma inizio con l'esame di quello del
PD  Partito Democratico di P.L. Bersani
Nome: del programma: ITALIA  GIUSTA

Titoli generici, quello più vicino all’agricoltura sembra essere il passaggio seguente nel capitolo "Sviluppo sostenibile"  (solo perché contiene nel testo, fra le altre, almeno la parola AGRICOLTURA ma senza specifiche):
“Noi immaginiamo un progetto-Paese che individui grandi aree d’investimento, di ricerca, di innovazione verso le quali orientare il sistema delle imprese, nell’industria, nell’agricoltura e nei servizi. La qualità e le tipicità, mobilità sostenibile, risparmio ed efficienza energetica, le tecnologie legate alla salute, alla cultura, all’arte, ai beni di valore storico e alla nostra tradizione, l’agenda digitale. Bisogna inoltre dare più forza e prospettiva alle nostre piccole e medie imprese aiutandole a collegarsi fra loro, a capitalizzarsi, ad accedere alla ricerca e alla internazionalizzazione.”

Mi sembra ancora poco, dobbiamo sollecitare indicazioni più dettagliate. Soprattutto chiediamo idee nuove perché quelle portate avanti quasi indistintamente dai governi precedenti hanno generato le difficoltà odierne a tutti note.

Nessun commento: