venerdì 25 giugno 2010

La crisi c'è ma buttiamo via il pane come prima



Le statistiche ufficiali ci dicono che i consumi di prodotti alimentari sono in calo. Guardando questa foto, scattata da me personalmente alla fine di una cena di mezz'estate, non si direbbe.

Nei ristoranti emiliano-romagnoli (ma a quanto mi risulta è così dapertutto in Italia) la massa di pane non consumato e di bottiglie di vino a metà è quella di prima: vergognosamente eccessiva. Una volta ci consolavamo pensando che esistendo i maiali niente andava buttato. Adesso non è più così visto che le leggi vietano di nutrire le bestie con quanto l'uomo non consuma. Quanto fin qui descritto una ulteriore conferma documentata di quanto riportato da una mamma pochi giorni fa. E' rimasta scioccata quando ha sentito in occasione di una riunione di classe quanti pasti completi arrivati alla mensa della scuola vengono restituiti intoccati perchè non graditi agli alunni. Lo sconcerto massimo è stato l'apprendere che questi prodotti alimentari perfettamente buoni e sani non avevano altro utilizzo che quello dei bidoni del rusco.

Nessun commento: